Master in diritto amministrativo: l’ideale per lavorare nel pubblico impiego

Master in diritto amministrativo: foto volume di testo

Il Master in diritto amministrativo (Mida) offre ai neolaureati la possibilità di incrementare le loro conoscenze e di sapere a fondo quali sono le dinamiche che governano le Pubbliche Amministrazioni. Grazie a questo Master gli studenti possono partecipare a concorsi indetti dalla P.A. dove le prove sono basate essenzialmente proprio sul diritto amministrativo, mentre le persone che sono già impiegate dello Stato hanno l’occasione di partecipare e vincere più facilmente concorsi per le progressioni di carriera.

La durata del Master, messo a disposizione dall’Università La Sapienza di Roma, è annuale e prevede il conseguimento di 60 crediti formativi. Si può essere ammessi a seguito di una valutazione per titoli e l’analisi di una lettera motivazionale.

Master in diritto amministrativo: come è articolato

Il Master Mida è strutturato in moduli didattici che prevedono lezioni frontali tenute da docenti professionisti e altamente qualificati. A conclusione di ogni modulo lo studente è tenuto a sostenere delle prove scritte o orali per valutare il livello di preparazione. L’esame finale consiste nella preparazione e discussione della tesina su uno degli argomenti trattati nel corso del Master.

In particolare vengono affrontati diversi temi tra cui:

  • Fonti del diritto;
  • Atti amministrativi;
  • Principi;
  • Pubblico Impiego;
  • Enti locali;
  • Processo amministrativo.

Si tratta di argomenti di grande rilevanza. Pensiamo al pubblico impiego , un topic che si deve necessariamente conoscere se si intende lavorare nel settore pubblico. Qui  infatti si parla di:

  • Evoluzione storica;
  • Legge sul pubblico impiego;
  • Contrattazione collettiva e individuale;
  • Responsabilità dei dipendenti e del dirigente;
  • Procedimenti e sanzioni disciplinari;
  • Obblighi del dipendente.

Diritto e processo amministrativo

diritto processuale amministrativo: foto libro

Il diritto processuale amministrativo si impone come una delle materie principali del Master. Questo studia in particolare le leggi che regolano appunto il processo amministrativo che rappresenta quello strumento di tutela al quale un soggetto può ricorrere nel caso di lesione di un proprio interesse legittimo.

Tale processo si svolge in base a diverse fasi, coinvolge determinati soggetti e si risolve con una sentenza. Tra gli organi competenti ci sono:

  • Il Tribunale Amministrativo Regionale;
  • Il Consiglio di Stato quale organo di appello;
  • La Corte dei Conti come giudice amministrativo speciale.

Il ruolo dell’Associazione Avvocati Amministrativisti

Il Master forma inoltre coloro che intendono essere avviati alla carriera professionale di avvocato amministrativista che assiste le imprese e le pubbliche amministrazioni per la risoluzione di pratiche legali.

In tale contesto assume un ruolo importante l’Associazione degli Avvocati Amministrativisti che riunisce un gruppo di avvocati ed è dedita alla ricerca sul diritto amministrativo.

Chiunque eserciti la professione di avvocato nel settore amministrativo può chiedere di essere ammesso come socio compilando un apposito modulo presente all’interno del sito della società.

Master in diritto amministrativo: procedura di iscrizione

Per iscriversi al Master occorre effettuare la registrazione sul sito dedicato al Mida Portale dello Studente. In seguito sarà quindi possibile fare accesso con le credenziali personali assegnate e inoltrare la domanda di ammissione alla quale dovranno essere allegati il Curriculum Vitae e la copia del documento di  identità.

Coloro risultati idonei verranno ricontattati e invitati a perfezionare le pratiche per l’iscrizione.

Close